Che cos'è la gotta e come si può curare?

La gotta è una forma di artrite che causa attacchi ricorrenti. Ma sapete come riconoscere e gestire un attacco di gotta? Sapete come curare un attacco di gotta?

Rimedi naturali per la gotta

Che cos'è un attacco di gotta?

La gotta è una particolare forma di artrite che provoca attacchi ricorrenti di forte dolore a una o più articolazioni. Gli attacchi di gotta durano di solito qualche giorno e poi i sintomi scompaiono per diverse settimane. Possono essere colpite tutte le articolazioni, ma il più delle volte la malattia inizia nell'articolazione alla base dell'alluce. L'articolazione diventa rosso-violacea e gonfia.

Un livello anormalmente elevato di acido urico nel sangue, una condizione chiamata iperuricemia, è la causa della gotta. L'acido urico è uno dei prodotti di scarto che il metabolismo dell'organismo normalmente produce. Quando è in eccesso, l'acido urico si deposita gradualmente nell'organismo sotto forma di cristalli, ad esempio nelle articolazioni. Questi depositi scatenano reazioni infiammatorie.

La gotta colpisce circa il 2% degli adulti, soprattutto uomini1. 1 Il primo attacco si verifica di solito intorno ai 30-45 anni per gli uomini e dopo la menopausa per le donne.

Dalla sovralimentazione alla gotta...

Questo è ciò che accade nell'organismo di una persona affetta da gotta. L'acido urico è una sorta di prodotto di scarto che l'organismo deve eliminare. È il prodotto finale della scomposizione delle purine. Circa due terzi delle purine che devono essere eliminate ogni giorno provengono dalle cellule morte del corpo e un terzo dagli alimenti.2 L'acido urico è un prodotto di scarto che il corpo deve eliminare. La carne rossa, la selvaggina e i frutti di mare, ad esempio, sono molto ricchi di purine.

È normale che nel sangue circoli una certa quantità di acido urico. Tuttavia, se è presente una quantità eccessiva di acido urico e i reni non sono in grado di eliminare l'eccesso, la concentrazione nel sangue aumenta. L'organismo è quindi iperuricemico.

Nel corso degli anni, l'acido urico in eccesso si deposita nei tessuti sotto forma di cristalli di urato di sodio. I depositi si formano nelle articolazioni o in altre parti del corpo (sotto la pelle, nella cartilagine, nei reni, ecc.). I globuli bianchi cercano di eliminarli "mangiandoli" attraverso la fagocitosi. Tuttavia, i cristalli danneggiano i globuli bianchi, scatenando una violenta infiammazione che, se non trattata, dura fino a 2 settimane.

Per ragioni sconosciute, l'iperuricemia non sempre causa sintomi. Infatti, solo un terzo delle persone con iperuricemia ha la gotta1. 1 Si stima che da 5% a 10% della popolazione adulta sia iperuricemica.

Soluzioni per la gotta

Per iniziare basta assumere un buon integratore alimentare che aiuti i sintomi positivi! I migliori rimedi per il bene sono la Boswellia e la Curcuma. Qui potete trovare un ottimo rimedio casalingo con questi estratti: Gotta Farmaci.

I sintomi della gotta

Dolore improvviso, intenso e pulsante in un'articolazione;
Gli attacchi si verificano soprattutto di notte. Le articolazioni delle estremità degli arti sono più sensibili delle altre, in parte perché sono più fredde. Il freddo può far sì che l'acido urico liquido si trasformi in cristalli di acido urico.

Gonfiore e arrossamento dell'area interessata;
sensazione di freddo nell'articolazione interessata;
raramente, dolore articolare generalizzato, accompagnato da malessere generale, febbre (fino a 39°C) e brividi. In questo caso, recarsi urgentemente in ospedale.

Ecco tutti i sintomi della gotta: Gotta Sintomi.

Cause della gotta

Nomi divertenti! La parola "gotta" è stata scelta per l'immagine del "gocciolamento" di un liquido nocivo nelle articolazioni e negli organi. La malattia era chiamata anche "podagre", dal greco podos (piede) e agra (presa), a significare che il dolore "attanagliava il piede". Il termine podagre è ancora usato in medicina quando l'attacco colpisce l'alluce.

La sovralimentazione frequente e l'abuso di alcol (soprattutto birra, whisky, gin, vodka o rum) sono i principali fattori di rischio.

Ippocrate, il "padre" della medicina, vissuto in Grecia nel V secolo a.C., aveva già notato che la gotta colpiva soprattutto i bon vivants. Era chiamata "la malattia dei re" o "la malattia dei ricchi", a causa dei pasti pantagruelici e ben conditi che solo loro potevano permettersi. Di conseguenza, è noto da tempo che i piaceri della tavola sono legati a questa malattia.

Più raramente, la malattia può essere ereditaria o causata da farmaci o da un'altra malattia.

Fattori di rischio per la gotta

Di seguito sono elencati alcuni dei fattori che contribuiscono ad aumentare la produzione di acido urico o a diminuirne l'escrezione.

Lo stress

Lo stress impoverisce le sostanze antiossidanti dell'organismo. Ciò fa sì che i radicali liberi attacchino maggiormente le cellule e ne provochino la morte (con conseguente formazione di acido urico).

Cibo eccessivo

Soprattutto l'eccesso di proteine provenienti da frattaglie, carni bianche e rosse, pesce e frutti di mare. Allo stesso modo, un apporto calorico costantemente superiore al fabbisogno dell'organismo aumenta il livello ematico di acido urico.

Abuso di alcol

Si ritiene che la metà dei soggetti affetti da gotta abbia cattive abitudini di consumo. L'etanolo aumenta la produzione di acido urico (senza influenzarne l'escrezione). La birra è la bevanda alcolica che aumenta maggiormente i livelli di acido urico.

 Qui maggiori informazioni: >>>>> Rimedio casalingo alla gotta.